giovedì 17 luglio 2008

Voltaire(1694-1778)


Di tanto in tanto nascono uomini-svolta e noi siamo soliti dividere il tempo in due periodi: quello che viene prima di loro e quello che viene dopo. Ebbene, anche per Voltaire accadde la medesima cosa. Se per illuminista bisogna intendere uno che illumina, nessuno più di lui ha illuminato tutti quelli che gli stavano accanto.
La vita
Quando nacque non si chiamava Voltaire ma François Marie Arouet. Quinto figlio di un notaio, studio’ prima a casa sua, sotto la guida del padrino, l’abate di Chateauneuf, poi dai gesuiti nel collegio Louis-le-Grand, e infine con alcuni maestri del «Circolo dei liberi pensatori» anche detto «Circolo dei libertini». Così facendo riuscì a bilanciare l'insegnamento noioso dei cristiani con quello un pochino più spregiudicato degli epicurei. A ogni modo, il suo merito maggiore fu quello di aver scoperto nella tolleranza la chiave per vivere meglio...leggi tutto

Nessun commento: