domenica 17 marzo 2013

Primum Vivere deinde Philosophari ovvero la filosofia non serve se non cura

(Sapere di non sapere. Manuale di filosofia per le scuole - Recensione)
A cosa serve la filosofia? Una domanda che i filosofi di professione considerano ingenua o irriverente. Secondo questi soloni non deve servire a qualcosa. E' amore puro e disinteressato della conoscenza come dice la parola stessa. E qui mi verrebbe spontaneo un vaffa. E' vero che la filosofia e' la madre che di tutte le scienze moderne, ma essa e' sopratutto un modo di affrontare i problemi e di cercare soluzioni, quindi un modo di ragionare che piu' utile alla vita non si puo'. E' un metodo che non da' mai risposte assolute, ma relative e temporane sempre confutabili che ha dato origine al metodo della ricerca scientifica. Nell'introduzione al manuale si afferma che uno dei compiti della filosofia è appunto quello di sviluppare, per ogni aspetto della vita e della conoscenza, la capacità di fare le domande giuste, evitando di girare a vuoto intorno a falsi problemi o questioni mal poste.Domande, domande, domande. Questo è lo spirito con cui accostarsi alla filosofia. Dietro ognuno di questi interrogativi però ci sono persone in carne e ossa, con vite a volte assai spericolate o bizzarre. Non esiste un senso della vita, eppure possiamo dargliene milioni… Ho assistito ieri sera alla presentazione di questo manuale che purtroppo e' durata solo un'ora.Vi sono modi di ragionare filosofici che senza accorgerci noi adottiamo nei nostri ragionamenti, che sono entrati ormai nel nostro modo di pensare. Quando ad esempio parliamo di forma e di sostanza noi facciamo un ragionamento aristotelico.

Nessun commento: