venerdì 24 settembre 2010

Alan Turing e la mela avvelenata (da il potere della fantasia)



Alan Turing (1912 – 1954) fu un matematico geniale considerato il padre dell’informatica moderna, tanto che gli attuali computer (anche quelli nelle nostre case) sono basati sul principio della “macchina di Turing”.
In questo documentario, realizzato da R ai 2 Edu, possiamo vedere la vita di Alan Turing a partire dall’incerta carriera scolastica dell’infanzia, fino al misterioso suicidio avvenuto probabilmente con una mela avvelenata (Turing era affascinato dalla storia di Biancaneve).
Il geniale matematico fu per tutta la vita un soggetto problematico, ma i suoi problemi ebbero il loro culmine nel tragico epilogo della sua vita dovuto al bigottismo e all’ipocrisia della società britannica che lo condannò alla castrazione chimica a causa della sua omosessualità (all’epoca l’omosessualità era un reato in Inghilterra).
Buona visione del documentario dedicato ad Alan Turing.

giovedì 23 settembre 2010

Pertusillo: acqua avvelenata alla Puglia (da Terra Nostra)

La diga del Pertusillo è un posto particolare, nel cuore della Basilicata. Costruita negli anni Cinquanta, grazie allo sbarramento del fiume Agri, forma il Lago di Pietra del Pertusillo, un luogo che nonostante la sua natura artificiale può vantare un atmosfera  magica. Nonostante l’imponente impatto ambientale dell’opera, almeno inizialmente la preservazione ed il rispetto per l’ambiente hanno, da subito, permesso il proliferare di numerose specie animali, anche rare. Dimorano nel lago folaghe, germani reali e, nei tratti più isolati, anche l’airone cenerino. Gare di canottaggio, di nuoto e pesca sportiva, a ferragosto il lago si popola di lucani della Val d’Agri che sulle sue sponde festeggiano la festa agostana. E ancora, i suoi 155 milioni di metri cubi d’acqua sono in grado di rispondere a molte necessità idriche: sfruttamento dell’energia idroelettrica, trentacinquemila ettari di terra fertile da irrigare, tra Basilicata e Puglia. L’Acquedotto Pugliese da servire, che ha uno dei suoi punti di partenza proprio da questo lago, destinazione: rubinetti e fontane. Da tempo tuttavia le sue acque insospettiscono i nasi e gli occhi dei suoi più sensibili ed attenti frequentatori; c’è qualcuno che comincia a temere per il suo storico status di “luogo incontaminato”, dove appassionati di pesca si prodigano nella cattura di carpe ed anguille, o grigliano all’ombra dei noccioli e dei castagni. E c’è chi, come Maurizio Bolognetti, preferisce andare a fondo, sin nelle particelle d’acqua del lago: i prelievi commissionati dai Radicali Lucani nel mese di gennaio fanno emergere dei dati sconcertanti, visto e considerato che le acque del lago sono “ad uso umano”...leggi tutto

martedì 21 settembre 2010

Ma... chi se ne frega della pace! (da Antimafia 2000)

20 settembre 2010
Flavio Lotti: "Domani niente celebrazioni ufficiali, niente programmi speciali. Niente di niente. Come tutti gli altri giorni."
Domani 21 settembre le Nazioni Unite celebreranno la Giornata Internazionale per la Pace. Uno dei giorni più importanti del calendario dell’Onu. La pace -il principale obiettivo delle Nazioni Unite- è un bene  prezioso. Ne sanno qualcosa le donne e gli uomini che a centinaia di milioni sono ancora intrappolati nella morsa della guerra, della miseria, dell’oppressione, dell’intolleranza e dello sfruttamento...leggi tutto

Pino Masciari aveva denunciato questo sistema, ci sono voluti 15 anni per capirlo? (da pinomasciari.org)

L’ex Senatore Nicola Di Girolamo, accusato di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio, violazione della legge elettorale e scambio elettorale aggravato dal metodo mafioso, ha patteggiato per una pena a 5 anni di reclusione ed il rimborso delle somme illecitamente acquisite pari a 4,7 milioni di euro. Inoltre grazie a questo patteggimento ha già ottenuto gli arresti domiciliari. L’accusa di “scambio elettorale aggravato dal metodo mafioso” era scaturita perchè secondo gli inquirenti della Procura, Di Girolamo fu’ eletto nel collegio estero di Stoccarda grazie al broglio elettorale organizzato con la famiglia Arena, della ‘ndrangheta di Isola Capo Rizzuto. Già 15 anni fa’ circa Pino Masciari aveva denunciato gli Arena per le loro  collusioni con politica e istituzioni come, allo stesso tempo, aveva denunciato gli interessi della ‘ndrangheta orientati verso gli appatli pubblici, con quella che ancora oggi è chiamata la “Faida dei Boschi” e che, qualche giorno fa’ gli inquirenti stessi ne hanno riconosciuto le cause. Vien da chiedersi come mai se da 15 anni circa se ne parla niente è stato fatto per arginare questo sistema criminoso? Son dovuti trascorrere 15 anni per capire e prendere atto di quanto Pino Masciari denunciava a suo tempo? Probabilmente questa è la dimostrazione di quanto poco impegno e volontà ci sia, da parte di alcuni, di utilizzare in modo serio e concreto l’importante contributo che danno persone come Pino Masciari nella lotta alle mafie e, sicuramente ci fa’ anche capire che molto c’è ancora da fare………se veramente lo si vuol fare!
leggi l'articolo originale con i commenti

Napoli, donna assassinata nel porto incastrò lo stupratore della figlia (da il Mattino)

NAPOLI (20 settembre) - Uccisa alla maniera dei boss di mafia, al volante della sua auto. Vittima Teresa Buonocore, 51 anni incensurata. E c'è già una pista, solida, sulla quale gli inquirenti hanno concentrato le loro attenzioni: Teresa Buonocore denunciò e fu testimone decisiva nel procedimento contro un uomo che aveva abusato di sua figlia. La vicenda risale al 2008: la bambina della Buonocore subì violenze da un vicino di casa della donna. La dinamica del delitto è ancora in fase di ricostruzione, sulla scorta degli elementi raccolti dagli esperti di ricerca tracce della polizia scientifica. Teresa Buonocore sarebbe stata avvicinata dal suo assassino mentre era al volante della sua auto, una Athos Hyundai...leggi tutto

leggi anche Testimoniò contro stupratore della figlia: uccisa a Napoli con 4 posti di pistola (il Gazzettino)

lunedì 20 settembre 2010

Il Mediterraneo “cimitero d’acqua”, tra passato e presente (da les Temps Modernes)

C’è stato un tempo in cui le rotte del Mediterraneo erano invertite. Dall’Italia si raggiungeva la Libia, per conquistare, per portare la “civiltà”, per “ritornare” dove era stata Roma, per aprire nuove strade all’immigrazione italiana. Un tempo nemmeno lontano, dimenticato, chiuso per comodità nel dimenticatoio o forse semplicemente tralasciato, come si ignora il passato di un’Italia che fino a qualche decennio fa emigrava.
Si andava in Libia arrogando diritti antichi, cercando le similitudini morfologiche, climatiche e persino somatiche soprattutto con i siciliani, si chiedeva un’Unità ancora più “dilatata” che comprendesse la conquista dell’altra sponda e di tutto ciò che era stato romano...leggi tutto

domenica 19 settembre 2010

Spinelli: " Su Rom e Sinti solo propaganda che mistifica la realtà" (da articolo 21)

Partendo dall’attualità più stringente, una riflessione sulla risoluzione recentemente approvata dal Parlamento europeo, un giudizio su quanto è avvenuto in Francia e quanto si profila in Italia. 
Ciò che sta accadendo in Francia nei confronti dei Rom è estremamente grave. La Francia è uno dei paesi più importanti in Europa e una delle fondatrici dell’Unione Europea che si basa essenzialmente sulla libera circolazione. Le nuove forme di deportazioni attuate dal governo francese ledono uno dei principi fondanti della stessa Europa alzando pericolosamente frontiere etniche e razziali contravvenendo alle convenzioni internazionali sottoscritte e alla stessa Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo. In realtà in un momento di poco consenso e di evidente difficoltà politica. Dov’è andata a finire la Francia della Libertà, dell’Uguaglianza e della Fratellanza? Ancora una volta i Rom fanno emergere alla luce del sole queste contraddizioni...leggi tutto

Il governo "asfissia" milioni di italiani con un decreto legislativo per "un'aria più pulita" (da Peacelink)


Uno dei più potenti cancerogeni, il benzo(a)pirene, ora può superare il valore massimo di legge (1 ng/m3) senza che scattino provvedimenti obbligatori. Milioni di persone sono oggi esposte a questo cancerogeno che lo IARC (Agenzia Internazionale Ricerca sul Cancro) pone al vertice, in categoria 1, per pericolosità. Il PD dà voto favorevole al decreto del governo tramite Roberto Della Seta, già presidente di Legambiente.
18 settembre 2010 - Alessandro Marescotti...leggi tutto

giovedì 16 settembre 2010

Le "Città del vino" chiedono un piano regolatore per le rinnovabili (da ecoblog)

Produrre energia da fonti rinnovabili responsabilmente. Con una battuta si potrebbe sintetizzare così la richiesta proveniente dall’associazione “Città del Vino” che vorrebbe una sorta di piano regolatore generale per eolico e fotovoltaico. L’idea, almeno così afferma l’associazione, è quella di far convivere rinnovabili e paesaggio ma, come spiega il presidente Giampaolo Pioli, c’è anche l’aspetto economico:
...leggi tutto

martedì 14 settembre 2010

Cdr alla Colacem? Il consiglio comunale di Galatina non decide (da il Paese Nuovo)

Lecce (Salento) - Delibera di giunta del Comune di Corigliano: secca negazione. Provincia: ‘Prima del no, i pareri di Asl e Arpa’. Il co-incenerimento del Cdr (Combustibile da rifiuto) all'impianto di Colacem spa a Galatina potrà avere luogo solo se, entro qualche giorno, la Provincia autorizzerà l’attività per cui la società ha avanzato richiesta. Fino a quel momento varranno solo i tanti “no” che stanno continuando a pervenire dai diversi Comuni interessati dalle premesse del nuovo progetto della Colacem...leggi tutto

domenica 12 settembre 2010

Atrani, si continua a cercare Francesca Danni per 20 mln, chiesto stato di calamità (da la Repubblica)


NAPOLI - Sono ancora senza esito le ricerche di Francesca Mansi, la 25enne che risulta dispersa da giovedì in seguito all'ondata di fango provocata dall'esondazione del torrente Dragone ad Atrani. Ora l'attenzione si concentra in mare.  Per ritrovare Francesca sono stati impegnati anche i cani dell'unità cinofila dei vigili del fuoco, squadre di sub specializzati e un elicottero che perlustra ininterrottamente la zona...leggi tutto

La costiera amalfitana uccisa dall'incuria "La lezione di Sarno è stata inutile" (da la Repubblica)

ROMA - È stata una flash flood, un'alluvione lampo. Un evento che si è concluso in pochi secondi ma che si è determinato negli anni, aggiungendo rischio a rischio, sottovalutazione a sottovalutazione, errore a errore. È questa la conclusione a cui si arriva rileggendo gli appelli lanciati prima del disastro.

Ad esempio in una lettera inviata da Legambiente alla Provincia di Salerno il 4 gennaio 2010 si ricorda che in Campania l'86 per cento dei Comuni è a rischio frane, mentre in provincia di Salerno si arriva al 99,4 per cento. E che per questo bisogna attivare "sistemi di protezione civile locale": pluviometri in grado di dare l'allerta al momento giusto e informazione a tappeto per preparare la popolazione a un'eventuale, rapida evacuazione del paese.
..leggi tutto

sabato 11 settembre 2010

Perché i panini di McDonald’s non invecchiano (da il Post)

Un paio di settimane fa il McDonald’s Happy Meal Project ha fatto il giro di blog e quotidiani online. Per 145 giorni l’artista newyorkese Sally Davies ha fotografato un panino e una busta di patatine della catena di fast-food più popolare del mondo, con un risultato prevedibile: l’aspetto del cibo tra il primo e l’ultimo giorno era quasi lo stesso...leggi tutto

venerdì 10 settembre 2010

Corvo Rosso era un…Verde! (da Milocca Libera)

“Quando

l’ultimo albero sarà abbattuto,

l’ultimo fiume avvelenato,

l’ultimo pesce pescato,

vi accorgerete che

non si può mangiare

il denaro”.

.
Corvo Rosso
(Grande capo pellerossa).

martedì 7 settembre 2010

Sindaco Vassallo ucciso brutalmente. Si indaga sulla camorra (da Antimafia 2000)

di Dora Quaranta - 6 settembre 2010
Napoli. E’ stato crivellato di colpi, almeno nove, il sindaco di Pollica (Salerno) Angelo Vassallo, 57 anni. Un brutale omicidio in stile camorristico avvenuto questa mattina verso le 2 in una stradina dietro l’abitazione di Vassallo. Il sindaco era a bordo della propria vettura, una Audi station wagon grigia...leggi tutto

domenica 5 settembre 2010

L'origine del vino tra aneddoti, curiosità e la storia delle 3 coppe di vino. (da 100vino)


Il "nettare di Bacco", la bevanda alcolica più antica al mondo, è nata con l'uomo ed ha sempre fatto parte della sua vita. Sin dai tempi più antichi, gli uomini conobbero l'uva e ben presto capirono che dalla fermentazione del suo succo si otteneva una bevanda gradevole ed inebriante che regalava un pò di allegria in quei tempi bui.
Se dunque la storia del vino è molto antica, innumerevoli sono gli aneddoti e le curiosità ad esso collegate.
Si narra che il primo ubriaco della storia sia stato Noè...leggi tutto

venerdì 3 settembre 2010

Ieri 2 settembre a Otranto

Ieri sera a Otranto, si e' tenuta la seconda conferenza di OLE presso Largo Porta Alfonsina. Hanno partecipato Pedro Paez (ex ministro delle finanze dell'Ecuador), Antonio Tricarico (coordinatore per la riforma della Banca Mondiale), Moni Ovadia (attore, musicista e scrittore) e don Luigi Ciotti (fondatore e coordinatore della rete Libera - attiva nell'impegno antimafia). Hanno parlato dei legami tra la criminalita' organizzata,l'alta  finanza e le multinazionali che produce la fuga dai paesi poveri e l'immigrazione verso i paesi piu' ricchi. Don Ciotti ha deplorato in particolare la criminalizzazione degli immigrati. Domani sempre alle 21 ci sara' l'ultima conferenza-dibattito cui parteciparanno Nando dalla Chiesa (Figlio del Gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa del cui assassinio da parte della mafia nel 1982 insieme alla moglie Emanuela Setti Carraro e all'agente di scorta Domenico Russo domani ricorre l'anniversario ), Giancarlo Caselli (ex capo della procura di Palermo, procuratore capo della Repubblica di Torino nonche' rappresentante di Eurojust - organizzazione comunitaria contro la criminalita' organizzata a Bruxelles) e il prefetto Mario Moricone (direttore dell'agenzia per i beni confiscati alla mafia). Saranno presentati sempre da Vittorio Agnoletto politico e medico  nonche' curatore culturale di FLARE - organizzazione internazionale che si occupa di economia illegale e mafie.

giovedì 2 settembre 2010

Ieri a Otranto


Ieri sera a Otranto c'e' stata alle 19.00 la premiazione di Sabina Guzzanti da parte di Nichi Vendola per il documentario "Draquila - L'italia che trema" in occasione di OFFF (Otranto Film Fund Festival).Prima della premiazione il giornalista Piero Ricca si e' affacciato ad un balcone nei pressi del palco improvvisando: "Italiani, non pretendiamo Vendola premier, ma almeno lo vogliamo poter votare come candidato premier!". Successivamente c'e stata la proiezione del film della Guzzanti nella sala triangolare del Castello Aragonese a cui non ho potuto assistere a causa di un numero impressionante di persone che volevano entrare nella sala. Successivamente alla mancata visione del film mi sono recato di nuovo alla porta alfonsina dove in occasione di OLE (Otranto Legality Experience - forum internazionale sulle economie illegali, criminalita' organizzata e globalizzazione finanziaria) sul palco hanno parlato Colette Kitoga medico del Congo belga e Pierre Moukala del Congo Brazzaville presentati da Vittorio Agnoletto. Ha parlato inoltre Dario Riccobono presidente di "Addio pizzo". Oggi continua la manifestazione OFFF con altre proiezioni, invece OLE continuera' fino a dopodomani.